Comprare Bitcoin è un gioco da ragazzi“, dice l’economista Steve Hanke

Non mancano certo i critici Bitcoin. E naturalmente, alcuni di questi critici sono economisti molto rispettati e altri professionisti della finanza.

Ma Steve Hanke è un tipo diverso di critico criptico. Dice che il Bitcoin è un investimento folle, ma crede anche che la blockchain possa essere implementata per creare asset affidabili ed efficienti.

Hanke è un economista e professore alla Johns Hopkins University

Hanke è un economista e professore alla Johns Hopkins University ed è noto per il suo lavoro sulla riforma monetaria. Già nel 2018, ha suggerito al Venezuela di costruire monete stabili a catena di blocco per creare un governo più legittimo e per rilanciare la sua economia.

Ora, nei giorni scorsi, ha parlato male di Bitcoin e al contempo ha suggerito modi alternativi per utilizzare la tecnologia delle catene di blocco.

„Il Bitcoin è un bene altamente speculativo, non una moneta. L’inaffidabilità, la mancanza di stabilità e la suscettibilità alle frodi continueranno ad affliggere questa criptovaluta. Non fatevi ingannare, comprare il bitcoin è un gioco da pazzi“.

Ha persino incluso un cartone animato di un folletto che trova una pentola d’oro solo per essere deluso che fosse piena di ‚Bit Coins‘.

In precedenza, Hanke ha usato la descrizione del „paniere di merci“ che Facebook ha pianificato di distribuire con la sua Bilancia a crittovaluta. L’idea generale è che il valore sarebbe stato sostenuto da una moltitudine di „paniere“ di beni più affidabili.

„Bitcoin è un bene altamente speculativo, non una valuta. #Le valute crittografiche devono essere legate a un paniere di materie prime per essere considerate una valuta legittima“.

Hanke ha lavorato con la startup di scambio

Hanke ha lavorato con la startup di scambio crittografico AirTM nel tentativo di creare questo asset digitale multi-merce. AirTM spera di fornire servizi finanziari „connessi a livello globale“ nel mondo in via di sviluppo fornendo soluzioni p2p. La visione di Hanke è quella di creare prodotti finanziari stabili e utili con l’uso di blockchain.

„Negli ultimi cinque anni, la crittovaluta è stata afflitta da truffe, frodi su titoli e pensieri magici che hanno distrutto i risparmi di milioni di investitori FOMO-crazed. Ma la crittovaluta è molto promettente come meccanismo per il trasferimento diretto di donazioni a persone impoverite. Infatti, Airdrop Venezuela dimostrerà che le crittovalute possono essere trasformate, attraverso gli scambi peer-to-peer del libero mercato, in denaro utile per comprare cose reali“.

È chiaro che Hanke pensa che la blockchain possa aiutare a trasformare l’industria finanziaria e ad avere un impatto positivo sul mondo in via di sviluppo, ma Bitcoin da sola non può farlo. Molti dei suoi detrattori sosterrebbero che è la natura non sostenuta e decentralizzata di BTC che la rende la risorsa perfetta per cambiare il modo in cui le persone interagiscono finanziariamente.